Biografia

Massimo Prevete

Chi è Massimo Prevete

Max ha dieci anni. Ha appena completato la lettura di un volume illustrato dell’Iliade, con tanto di sanguinose battaglie accuratamente riportate tra un blocco di testo e un altro.

La sua immaginazione corre, fervida, agli scontri dei “conquistatori dall’elmo rosso” contro “i marrani dall’elmo blu”. Ne rimane così affascinato da abbandonare qualsiasi altro hobby.

Approcciandosi al mondo della scrittura con un carboncino smussato e un blocchetto di fogli sporchi di caffè (del papà), che si erano magicamente trasformati in un rotolo di pergamena e un pennino a inchiostro.

I primi personaggi prendono vita: i prodi paladini dell’impero celeste volano sui loro pegasi (obbrobriosi ghirigori più simili a zanzare che a cavalli alati) per confrontarsi con le ombre vorticanti dei non-morti (chiazze corvine create dal suo pollicione).

Anni dopo, Max diventa una sottospecie di eremita dedito alla passione per la scrittura. Mentre prosegue il suo percorso di studi, fa di tutto per farsi odiare da chicchessia e gettare alle ortiche qualunque parvenza di vita sociale.

Auto confinandosi sulla sua scrivania, pigiando con madido furore i tasti del computer per plasmare i suoi primi non-capolavori.

Gli anni passano, però. Con il trascorrere del tempo “ruba”, poco a poco, i trucchi del mestiere a tutti gli autori della sua collezione (tanti, troppi per essere elencati). Fino a diventare uno scrittore umile ma convinto dei suoi mezzi. Covando un unico desiderio: quello di dare un seguito al sogno che aveva soltanto assaporato da bambino.

 

Titolo Libro
Share This